Sicurezza Stradale: le nuove norme del 2023

Progetto-senza-titolo.png

Nuovo codice della Strada: le novità delle riforma 2023

Il 18 Settembre è stato approvato dal Consiglio dei Ministri il disegno di legge sulla sicurezza stradale e la delega per la riforma del Codice della Strada, che diventa quindi definitivo.

La riforma interviene su tantissimi temi, in particolare modifica le sanzioni per i guidatori in stato di ebrezza o sotto effetto di sostanze stupefacenti, ma anche le norme riguardanti Ztl, autovelox, e monopattini

Vediamo insieme tutte le novità:

GUIDA IN STATO DI EBREZZA

“Tolleranza zero per chi guida drogato o ubriaco” è il motto che accompagna l’inasprimento delle sanzioni per chi guida in stato di ebrezza o dopo aver assunto stupefacenti. La novità più importante riguarda l’introduzione del divieto assoluto di assumere alcolici per i conducenti già condannati (divieto che dura per due o tre anni a seconda del reato commesso) e l’obbligo di installare il cosiddetto “alcolock“, ovvero un dispositivo che impedisce l’avvio del motore se il tasso alcolemico è superiore allo zero. Le sanzioni inoltre dovrebbero aumentare, da un minimo di 724 a un massimo di 2900 euro.

CELLULARI ALLA GUIDA

Linea dura contro chi utilizza cellulari alla guida: la sanzione passa da 165-660 euro a 422-1.697 euro, con sospensione della patente da quindici giorni a due mesi a partire dalla prima violazione. Nel caso di recidiva entro i due anni, le misure prevedono la sospensione della patente da uno a tre mesi, il pagamento di una multa che va da 644 a 2.588 euro, e anche la decurtazione da 8 a 10 punti della patente, rispettivamente per la prima o la seconda violazione.

AUTOVELOX E ZTL

Gli autovelox dovranno essere omologati a livello nazionale, e installati solo nei punti dove sia effettivamente necessario per salvaguardare il rispetto del codice della strada.
Aumentano le sanzioni anche per eccesso di velocità con multe che possono superare i mille euro con sospensione di patente da 15 a 30 giorni per chi viola per due volte in un anno i limiti in un centro abitato.

Per quanto riguarda le ZTL, verranno introdotte nuove norme che avranno l’obiettivo di evitare “limitazioni dannose e poco chiare”. Il compito di proporre soluzioni equilibrate che tutelino ambiente, libertà di circolazione e lavoro, passerà ai sindaci.

MONOPATTINI ELETTRICI

Le nuove normative prevederanno l’obbligo del casco, targa e assicurazione. Quelli in sharing non potranno funzionare al di fuori delle aree consentite. Le sanzioni saranno severe per la sosta selvaggia, per la guida in contromano e su strade extraurbane particolarmente trafficate e pericolose.

NEOPATENTATI

I neopatentati non potranno guidare auto con potenza specifica, riferita alla tara, superiore a 55 kW/t e/o comunque potenza massima pari o superiore a 70 kW, per i primi tre anni. Le novità verranno applicate solo alle patenti conseguite dopo l’entrata in vigore del disegno di legge.



Studio Himera 2019 © P.IVA: 06311340829 | Tutti i diritti riservati. Created by webvox.it



Studio Himera 2019 © P.IVA: 06311340829 | Tutti i diritti riservati. Created by webvox.it



Apri chat
Ciao 👋
Posso aiutarti?